Chiese di Roma Moderna

In questo volume





Volume III (2007)
Quartieri Prati, delle Vottorie, Trionfale, Primavalle, Aurelio, Portuense, Gianicolense

Il terzo volume di questa serie dedicata alle chiese di Roma moderna conclude l'esame degli edifici sacri costruiti nella Capitale nel periodo che va dal 1860 al 1960.
In questo libro si esaminano le chiese che si trovano nei Rioni Ripa, Testaccio ed in tutti i quartieri dei quadranti sud ed est della citta', concludendo idealmente il viaggio iniziato nel primo volume.
Con uno stile volutamente semplice e comprensibile a tutti l'autore affronta il tema dell'evoluzione architettonica degli edifici sacri nella Citta' Eterna accompagnando il lettore in una "visita guidata" in un mondo sconosciuto alle guide turistiche ma non per questo meno affascinante.
La scoperta di questo insolito aspetto dell'Urbe fornisce un utile spunto per tutti coloro che sono interessati alla conoscenza della storia dell'architettura di Roma per i quali questo volume costituisce un'ottima base di lavoro ed una guida indispensabile.

Alcune chiese descritte nel volume

Santa Maria Liberatrice
Piazza Santa Maria Liberatrice

E' il principale edificio religioso del popolare quartiere di Testaccio. L'imponente fisicita' della struttura che si ascrive al filone dei revivals con una reinterpretazione monumentale di forme bizantineggianti e' l'elemento che maggiormente caratterizza la chiesa.
L'interno risulta scevro da decorazioni. Fu costruita nel 1908 su progetto dell'Arch. Mario Ceradini

Sant'Anselmo
Piazza dei Cavalieri di Malta, 5

Si trova all'interno di un complesso all'Aventino in una delle posizioni piu' belle dell'intera citta'. Costruita in forme neoromaniche la chiesa e' preceduta da un chiostro ed e' denunciata all'esterno da un campanile traforato secondo la tradizione romana medievale.
L'interno fa sfoggio di una decorazione basata soprattutto sulla ricchezza dei materiali. Fu costruita tra il 1893 e il 1900 su progetto di F. Vespignani

Santi Pietro e Paolo
Piazza Santi Pietro e Paolo, 8

Con la sua alta cupola che si staglia nel cielo dell'Eur e' uno degli edifici piu' visibili per chi arriva a Roma da sud. La monumentalita' e' la caratteristica principale della chiesa impostata sulla pianta centrale.
Quasi totalmente assente la decorazione interna. La cupola impostata su di un tamburo circolare rimane l'elemento piu' rappresentativo dell'edificio. Fu costruita tra il 1938 ed il 1955 su progetto di Foschini.

Santa Maria Regina Apostolorum
Via Antonino Pio, 75

Dimensioni decisamente rilevanti per questo santuario il cui tamburo svetta visibile praticamente in tutto il quadrante sud di Roma. Impostata su di una pianta centrale la chiesa ha nel gigantismo degli elementi e degli spazi il carattere principale.
L'interno e' riccamente decorato. Fu edificata tra il 1945 ed il 1954 su progetto dell'Arch. Forneris

Santa Galla
Circonvallazione Ostiense, 195

Perfettamente in linea con l'architettura del periodo e con i progetti di Tullio Rossi. La facciata a capanna preceduta da un originale portichetto in travertino e rivestita in laterizio all'esterno e la capriata lignea all'interno sono i caratteri salienti della costruzione.
Fu edificata nel 1940 su progetto di Tullio Rossi.

San Filippo Neri
Via delle VII Chiese, 103

Edificio semplice caratterizzato da una certa proporzione tra le parti e ben inserito nel contesto nonostante sia separato dalla strada da una scalinata.
Forte il contrasto con l'interno concepito invece in forme classiche. Fu costruito nel 1952 su progetto di P.L. Baruffi.

San Francesco Saverio
Via Daniele Comboni, 4

E' l'edificio religioso piu' importante della Garbatella. Il carattere monumentale e' l'elemento che piu' distingue la chiesa la cui presenza e' denunciata dalla bianca cupola grezza che si staglia nel cielo della Capitale.
Fu costruita su progetto di A. Calza Bini nel 1939.

San Giovanni Bosco
Via dei Salesiani, 9

Grandiosa e monumentale opera che caratterizza l'intero quartiere a cui da il nome. Posta in posizione scenografica al termine di un grande viale e con affaccio su di un ampia piazza la chiesa e' caratterizzata da un imponente volume basamentale rivestito di travertino e da due cupole di diversa dimensione impostate su alti tamburi circolari e da due torri campanarie sul retro.
La cupola principale e' una delle piu' grandi di Roma e risulta visibile da quasi ogni punto della citta'. L'interno che pure e' suddiviso in 3 navate e' caratterizzato soprattutto per l'ampio respiro di quella centrale e per la grande luminosita'.
Fu edificata nel 1958 su progetto di Gaetano Rapisardi.


Volume I       Volume II       Volume III       Volume IV